Dior Cruise 2018

Venerdì 17 Novembre, alla boutique di via condotti in Roma, si è tenuta la presentazione per le clienti della collezione Cruise 2018.

La collezione era già stata presentata vicino Los Angeles con uno show in grande stile, in mezzo alla natura selvaggia del deserto americano, tra tende da campo, tappeti in paglia intrecciata e mongolfiere logate che si stagliavano ondeggianti su un cielo al tramonto alla presenza di tutti i personaggi più influenti del fashion sistem.

La Femminilità forte e antica, connessa con la terra, selvaggia e magica, da questo mood parte il mondo raccontato da Maria Grazia Chiuri. Ci sono i colori della terra, naturali, ruvidi e intensi, il contrasto con il nero. Ci sono le cinture, le frange, micro ricami e le piume, e poi sugli abiti compaiono le raffigurazioni animalesche.

I pezzi cult e le idee più belle della collezione Crociera di Maria Grazia Chiuri.

In mezzo al catwalk polveroso hanno sfilato modelle sciamano che indossavano creazioni femminili dal tocco wild & nature. I ball dress iconici della stilista con corpini bustier in plumetis e bretelle logate e le sue gonne a ruota longuette, sono stati reinterpretati in base all’ispirazione dell’intera collezione (le pitture preistoriche delle grotte di Lascaux) mescolandosi a pezzi country style come i maxi gonnelloni in plaid, le giacche in lana e le camicie a quadri, vestiti con ricami western, capi di suède – lavorato a patchwork o dipinto – con profili di frange che ricordano gli abiti dei nativi americani. Una collezione coerente e “portabilissima” che mescola il mood warm & cozy alla consueta eleganza ladylike delle creazioni Dior.

I cappelli a tesa larga

Saranno must have. In paglia di Panama o in lana, con cupola rigorosamente piatta, sono l’accessorio presente in ogni look. Hanno gli ideogrammi stampati, la fascia logata Dior o il nastro con borchie e turchesi in puro West style.

 

Il poncho e la cappe

In lana intarsiata con gli ideogrammi pittorici oppure in camoscio con profili di frange. Rievocano l’idea di viaggio che la Cruise si porta dietro per definizione.

I vestiti ladylike

Le silhouettes iconiche della maison e gli abiti cult con corsetti e bretelline logate creati da Maria Grazia Chiuri per Dior sono una certezza. E per questa collezione vengono reinterpretati in tema sauvage. Creature preistoriche ri-prendono vita sulle gonne a ruota in una varietà cromatica che schiera le nuances più calde e naturali della palette: il giallo ocra, il ruggine, le tonalità del deserto americano che spazia dalla sabbia al rosso. Altro elemento chic e cult: il punto vita sottolineato e valorizzato da cinture in cuoio annodate. Il nuovo ladylike si fa wild.

 

Gli anfibi stringati

La donna sciamano di Dior indossa solidi stivali con nastri in cuoio. Sono comodi e stanno benissimo sotto le gonne iper femminili. Saranno super ricercati. E la presenza della stella sotto la suola è il bonus extra per camminate da star!

 

Le borse must have

La borsa bandoliera borchiata Dior da avere è con la tracolla larga e tutta tempestata di borchiette: una it bag versatile e da cui sarà difficile separarsi.

Un’altra grande novità è la borsa con pattina J’adior, la mia preferita, per la presenza di un piccolo manico logato oltre alla tracollina, in questo modo si può portare sia come pochette che a tracolla, a mio parere ha un tocco wild e moderno irresistibile. Del resto ci siamo accorti che i loghi ben in evidenza sono tornati di moda!

 

 

Di sicuro è una collezione da cui poter prendere spunto, poi io ho una borsa nella mia wishlist, chissà…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *